Sermone su Efesini 1:3-4

Giovanni Calvino     BENEDETTO sia Iddio, Padre del Signor nostro Gesù Cristo, il qual ci ha benedetti d'ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo. In lui ci ha Dio eletti prima della fondazione del mondo, affinché fossimo santi ed irreprensibili dinanzi a Lui, nell'amore. Efesini 1:3-4 Abbiamo già visto come S. Paolo ci esorti a…

La Dottrina dell’Elezione – Sermone su 2 Tim. 1:9,10

Interior of the Oude Kerk at Delft During a Sermon - 1651

Giovanni Calvino - Abbiamo mostrato questa mattina come, secondo il testo di S. Paolo, se vogliamo conoscere la libera misericordia del nostro Dio nel salvarci, dobbiamo venire al Suo eterno consiglio: con il quale Egli ci ha eletti prima del principio del mondo. Infatti in esso noi vediamo che Egli non ebbe riguardo per le nostre persone, né per le nostre qualità, ne per alcun merito che potessimo mai addurre. Prima che nascessimo, fummo iscritti nel Suo registro; Egli ci aveva già adottati come Suoi figli. Quindi, attribuiamo tutto alla Sua misericordia, sapendo che non possiamo vantarci di noi stessi se non privando Lui dell'onore che gli spetta.

La Predestinazione, Definizione della Dottrina

Loraine Boettner - La dottrina della Predestinazione rappresenta il proposito di Dio come assoluto ed incondizionato, indipendente dall’intera creazione finita, avente origine unicamente nell’eterno consiglio della Sua volontà. Dio è visto come il grande e potente Re che ha stabilito il corso della natura e che dirige il corso della storia fino ai più minuti dettagli. Il Suo decreto è eterno, immutabile, santo, saggio, e sovrano.

L’immutabilità di Dio e Dei Suoi Decreti

Girolamo Zanchi (1516–1590) III. - L'IMMUTABILITÀ, CHE È ESSENZIALE IN LUI E NEI SUOI DECRETI AFFERMAZIONE 1. – Dio è essenzialmente immutabile in Se Stesso. Se fosse diversamente, Egli sarebbe apertamente imperfetto, poiché chiunque muti deve mutare o per il meglio o per il peggio; qualunque alterazione subisca un qualunque essere, quell’essere deve, ipso facto,…