I Cinque Sola della Riforma Protestante

James Montgomery Boice (1938-2000) Sola Scriptura (la sola Scrittura) Quando i Riformatori usarono le parole sola Scriptura, essi stavano esprimendo il loro riguardo per l'autorità della Bibbia, e ciò che intendevano è che solo la Bibbia è la nostra autorità ultima. Non il papa, non la chiesa, non le tradizioni della chiesa o i concili della…

Giustificazione Forense

Francesco Turrettini (1623-1687) — La parola Giustificazione è sempre usata in un senso forense, legale, oppure anche in uno morale e fisico? Affermiamo la prima e neghiamo la seconda, contro i Cattolici Romani. I. Nella catena della salvezza la Giustificazione segue la Chiamata, Rom. 8:30, e ovunque è espressa come l’effetto primario della fede. L’argomento riguardante la Chiamata e la Fede genera l’argomento riguardante la Giustificazione, che deve essere trattato con maggiore cura e precisione poiché questa dottrina salvifica è della massima importanza nella religione. Esso è chiamato da Lutero l’articolo su cui una chiesa rimane salda o cade; da altri Cristiani non senza ragione è definito come la caratteristica e la base del Cristianesimo, il principale bastione della religione Cristiana

Perché un Servizio di Culto Serale?

Michael G. Brown - Dal momento che la pratica cristiana storica di frequentare il culto per due volte la Domenica è caduta in disgrazia, la domanda: "Perché un servizio di culto serale?" è spesso posta da coloro che sono nuovi al cristianesimo riformato. Molte persone nella nostra cultura trovano sorprendente che qualcuno sia effettivamente interessato ad andare in chiesa sia al mattino sia alla sera della Domenica. L'idea di frequentare il culto due volte sembra essere un inconveniente inutile che impegna troppo tempo del weekend. Purtroppo, anche molti cristiani riformati non vedono quanto sia importante frequentare la chiesa due volte nel giorno del Signore e non vi si impegnano. Quindi cosa succede? Perché un servizio di culto serale?

Giovanni Calvino: L’uomo e La Sua Opera

Il Muro della Riforma, Ginevra

B. B. Warfield - GIOVANNI CALVINO nacque il dieci di Luglio del 1509 a Noyon, in Piccardia [Francia, NdT]. La sua infanzia trascorse all’ombra della cattedrale “lunga e dalla dritta schiena” che domina la sua città natìa. Sua madre, donna di notevole devozione, non omise alcuno sforzo per instillare nel figlio il suo stesso spirito. Suo padre, un avvocato di successo e astuto uomo d’affari, che ricopriva uffici sia civili che ecclesiastici, era in strette relazioni con il collegio della cattedrale, e sembra che sia rimasto impressionato dai privilegi di una vita ecclesiastica. Ad ogni modo, egli indirizzò presto il suo promettente figlio ad essa. [...]