I Bambini nell’Amministrazione del Patto di Grazia

THOMAS SHEPARD - Quando diciamo che i bambini sono membri per il patto dei loro genitori, vorrei premettere tre cose come chiarimento. 1. Che i figli di genitori pii vengono alla fruizione dell’appartenenza attraverso il patto dei loro genitori, ma ciò che dà loro il diritto e coinvolgimento in questa appartenenza è il patto di Dio, con cui egli impegna se stesso ad essere un Dio ugualmente per loro e per la loro progenie. Questo suppongo sia chiaro. 2. Ciò [viene affermato] secondo la doppia progenie, ossia, (1.) La progenie eletta; (2.) La progenie della Chiesa; così vi è un doppio patto, (1.) Esterno ed esteriore; (2.) Interno ed interiore. E poiché il patto crea la chiesa, vi è un’appartenenza e una condizione di chiesa interiore ed una esteriore; vi è un Giudeo esteriore ed un Giudeo interiore (Rom. 2:29, 29). Non tutti sono Israele (ovvero, la progenie eletta) quelli d’Israele (ovvero, la progenie della chiesa, o nel patto esteriore) ai quali l’Apostolo dice che appartengono l’adozione, il patto, e le promesse; vale a dire, l’adozione esterna, con cui Dio li considera suoi figli, o i figli della sua casa e famiglia, i figli della chiesa; e di conseguenza le promesse appartengono a loro rispetto alla dispensazione esteriore, sebbene essi non siano figli per adozione interna, ai quali appartengono le promesse per la comunicazione efficace e speciale della grazia salvifica.

Il Patto di Redenzione

Nicolas Poussin - Mosé fa scaturire l'acqua dalla roccia

DAVID DICKSON - Esaustiva esposizione della dottrina del patto di redenzione tra le persone della Trinità. Tratto da Therapeutica Sacra, cap. IV, 1664. "Dei Patti divini riguardo all’eterna salvezza degli uomini; e specialmente, del Patto di Redenzione, mostrando che vi è un tal Patto, e quali sono gli articoli d’esso."

La Trinità

Thomas Watson - La dottrina biblica della Trinità esposta con precisione e chiarezza dal puritano inglese. In forma di domande e risposte, la dottrina viene definita e ne viene evidenziata l'utilità nella confutazione degli errori e nell'esortazione dei credenti.